Pasta Biscuit Joconde

Pasta Biscuit Joconde
  • porzioni
    RICALCOLA GLI INGREDIENTI IN BASE AL NUMERO DEI COMPONENTI DEL TUO NUCLEO FAMILIARE
  • Difficoltà

  • Costo

  • Tempo di preparazione

    20 min

  • Tempo di cottura

    14 min

  • Calorie a porzione

    290 Kcal

  • Note


5 stelle in base a 3 recensioni

La Pasta Biscuit Joconde è un impasto di base molto versatile generalmente utilizzato per la preparazione di torte a più strati e rotoli farciti con creme e marmellate.  

ingredientiINGREDIENTI
  • 225 g di Farina di mandorle
  • 80 g di Farina 0
  • 40 g di Burro
  • 5 Uova
  • 4 Albumi
  • 225 g di Zucchero a velo
  • 50 g di Zucchero semolato
  • 1 Limone bio
  • Sale
Preparazione

• Accendete subito il forno e portatelo a 220°C con modalità statica.

• Setacciate la farina e lo zucchero a velo in una ciotola grande, poi versate la farina di mandorle e mescolate bene. Unite le uova intere, un pizzico di sale e frullate con le fruste elettriche finché otterrete un composto cremoso e abbastanza gonfio.

• Fate fondere il burro a bagnomaria, poi spegnete e tenetelo da parte.

• In una seconda ciotola capiente montate gli albumi con qualche goccia di succo di limone, usando sempre le fruste, lavate e asciugate perfettamente. A metà operazione aggiungete poco alla volta lo zucchero semolato, continuando a frullare.

• Unite ora il burro ancora liquido, sempre frullando e alla fine amalgamate al composto anche gli albumi montati, poco alla volta e con movimenti delicati e lenti dal basso verso l’alto, così da non smontarli.

• Suddividete il composto in due teglie da 30x40 cm, rivestite con carta da forno, livellate con attenzione e mettetene uno nel forno ormai caldo; lasciatelo per 7 minuti, poi sfornatelo e mettete a cuocere l’altro, sempre per 7 minuti.

• Coprite il rettangolo di pasta cotta con carta da forno e capovolgetelo sul piano di lavoro, eliminando la carta usata in cottura. Sfornate il secondo rettangolo e fate la stessa cosa. Lasciate quindi raffreddare.

• Potete usare questi due rettangoli di pasta per creare due rotoli farciti, al posto della pasta biscuit tradizionale.

• Oppure componete la famosa Torta Opera, decidendo se la volete rettangolare o tonda. Se optate per farla rettangolare, ritagliate nelle basi cotte e già fredde due rettangoli di 22x26 cm, creando un terzo rettangolo, che userete per lo strato di mezzo, con gli avanzi della pasta. Se volete la torta rotonda, ritagliate due cerchi interi del diametro di 22 cm, e ricavate due semicerchi dalla pasta avanzata, che userete per formare lo strato rotondo centrale della torta.

Carla Marchetti

I consigli di Carla

• Quello che si ottiene mescolando zucchero a velo e farina di mandorle, in pasticceria viene chiamato “t.p.t.”: la sigla significa “tanto per tanto”, perché si deve usare la stessa quantità di questi due ingredienti. In commercio si può trovare già pronto, ma potete prepararvelo da soli, partendo da zucchero semolato e mandorle pelate, e poi procedere come indicato nella ricetta.

Video di ricetta correlata

Stampa
la ricetta
Scarica la
versione PDF
Iscriviti
a Ricetta Mail
Aggiungi al
tuo ricettario
Facebook Twitter Pinterest Email

3 Recensioni

  1. me lo sogno fra i preferiti

  2. ottoma

  3. Altri Commenti

Scrivi una recensione

Esegui il login per inserire un commento