Amaretti di cocco e cioccolato

Amaretti di cocco e cioccolato
  • teglia da 6 porzioni
    RICALCOLA GLI INGREDIENTI IN BASE AL NUMERO DEI COMPONENTI DEL TUO NUCLEO FAMILIARE
  • Difficoltà

  • Costo

  • Tempo di preparazione

    25 min

  • Tempo di cottura

    1 H 10 min

  • Calorie a porzione

    660 Kcal

  • Note


5 stelle in base a 2 recensioni

I sapori più genuini e tradizionali sono sempre quelli più amati: niente crea un’atmosfera festosa e calda come il profumo inebriante dei dolcetti fragranti appena sfornati che dalla cucina invade tutta la casa richiamando i bambini e ri... 

ingredientiINGREDIENTI
  • 200 g di Farina di cocco
  • 80 g di Farina 0
  • 4 Albumi
  • 300 g di Zucchero semolato
  • 200 g di Cioccolato fondente
  • 20 g di Miele di acacia
  • Cannella in polvere
  • Sale
Preparazione

• Versate gli albumi insieme allo zucchero e a un pizzico di sale in una ciotola e ponetela a bagnomaria, a fuoco bassissimo; lavorate con le fruste elettriche per 10 minuti, facendo attenzione che l’acqua non tocchi mai il fondo della ciotola e che rimanga sempre parecchio sotto il bollore.

• Quando il composto si sarà gonfiato, togliete la ciotola dal bagnomaria, incorporate piano la farina e poi la farina di cocco, mescolando con una spatola dal basso verso l’alto, con attenzione per non smontarlo; infine unite il miele e una spolverata di cannella.

• Aiutandovi con due cucchiaini formate dei mucchietti di impasto il più possibile regolari e adagiateli sulla teglia foderata di carta da forno, a una distanza di 2 cm l'uno dall'altro. Infornate a 100°C per circa un'ora.

• Sfornate i biscotti e aspettate qualche secondo; toglieteli con l'aiuto di una spatola piatta e fateli raffreddare su un piano.

• Fate fondere il cioccolato a bagnomaria, poi spalmatelo sul retro dei biscotti e appoggiateli su un foglio di carta da forno. Aspettate che il cioccolato si rapprenda e quindi serviteli.

Carla Marchetti

I consigli di Carla

• Per sciogliere il cioccolato a bagnomaria, tagliatelo prima a pezzetti abbastanza piccoli, così da non doverlo scaldare troppo a lungo. Se vi è possibile sarebbe meglio usare un polsonetto: una pentolina con fondo semisferico leggermente bombato, manico lungo e un gancio che permette di essere appoggiato su un’altra pentola un po’ più grande. Il suo fondo senza spigoli facilita il montaggio perfetto di diversi composti delicati e di scaldarli in modo uniforme. Se non lo avete a disposizione, utilizzate una pentolina con due manici, che appoggerete su un’altra pentola appena più grande, dove avrete messo a scaldare un paio di dita di acqua. Il fondo del pentolino piccolo non deve toccare l’acqua, ma si scalderà a contatto del vapore. Tenete sotto controllo il cioccolato e mescolatelo, se possibile con un mestolino piatto in silicone. Appena vedete che il cioccolato si è sciolto, spegnete il fuoco e togliete il pentolino. Non deve entrare alcuna goccia d’acqua nel cioccolato fuso, altrimenti cristallizza e non si può più utilizzare per la ricetta. Nel caso succedesse, provate a recuperarlo, aggiungendo un cucchiaio di panna o di olio di semi ogni 200 g circa di cioccolato, alla stessa temperatura e mescolando velocemente, ma il risultato non è garantito. Se nella lavorazione il cioccolato si dovesse solidificare, basta rimettere il contenitore per poco nella pentola con l’acqua e scaldare leggermente finché si scioglie di nuovo.

Video di ricetta correlata

Stampa
la ricetta
Scarica la
versione PDF
Iscriviti
a Ricetta Mail
Aggiungi al
tuo ricettario
Facebook Twitter Pinterest Email

2 Recensioni

  1. adoro

Scrivi una recensione

Esegui il login per inserire un commento