Torta al cioccolato e amaretti

Torta al cioccolato e amaretti
  • torta da 8 porzioni
    RICALCOLA GLI INGREDIENTI IN BASE AL NUMERO DEI COMPONENTI DEL TUO NUCLEO FAMILIARE
  • Difficoltà

  • Costo

  • Tempo di preparazione

    20 min

  • Tempo di cottura

    40 min

  • Calorie a porzione

    580 Kcal

  • Note

    2 ore di raffreddamento


4,9 stelle in base a 14 recensioni

Quante torte squisite e sfiziose, semplici, economiche e veloci, si possono preparare con il forno? La Torta al cioccolato e amaretti è una di queste! In passato i dolci erano in tavola solo nelle feste importanti, la domenica, nelle ricorrenze speci... 

ingredientiINGREDIENTI
  • 200 g di Farina 0
  • 200 g di Cioccolato fondente
  • 100 g di Amaretti
  • 200 g di Ricotta vaccina
  • 4 Uova
  • 150 g di Zucchero semolato
  • 1 Limone bio
  • 1/2 bustina di Lievito per dolci
  • Sale
  • Per la ganache
  • 150 g di Cioccolato fondente
  • 125 ml di Panna fresca
  • 25 g di Miele
Preparazione

• Rivestite la base di uno stampo a cerniera da 24 cm di diametro con la carta da forno e imburrate e infarinate le pareti. 

• Occupatevi ora dell'impasto. Spezzettate il cioccolato, fatelo sciogliere a bagnomaria e lasciatelo intiepidire.

• Nel frattempo tritate gli amaretti nel mixer, fino a ottenere una farina. 

• In una ciotola capiente frullate le uova con lo zucchero e un pizzico di sale, usando le fruste elettriche. Quando il composto risulterà spumoso e chiaro, amalgamatevi la scorza grattugiata del limone e la ricotta setacciata, frullando a bassa velocità per amalgamarle.

• Aggiungete poco alla volta la farina setacciata, sempre mescolando con le fruste.

• Mantenendo le fruste in funzione, versate a filo il cioccolato sciolto e poi gli amaretti tritati. Infine unite il lievito setacciato e frullate ancora finché otterrete un composto morbido.

• Versate il composto nello stampo preparato, livellatelo con una spatola e trasferitelo in forno già caldo a 180°C (funzione statica) per circa 40 minuti. Inserite uno stecchino al centro della torta e, se esce asciutto, sfornatela, altrimenti lasciatela in forno ancora qualche altro minuto, ripetendo poi la prova con lo stecchino.

 Sfornate la torta e fatela appena intiepidire, quindi sganciate la parete dello stampo e levatela con attenzione. Trasferite la torta sulla gratella, sfilate la carta delicatamente e fate raffreddare.

• Preparate la ganache. Tritate il cioccolato con un coltello e mettetelo in una ciotola. In un pentolino scaldate la panna e il miele a fiamma moderata e togliete dal fuoco appena il composto inizia a sobbollire. Versate a filo la panna nel cioccolato e mescolate con la spatola, finché si sarà sciolto e avrete ottenuto una crema omogenea.

• Lasciate intiepidire la ganache finché sarà cremosa ma non troppo densa (se avete un termometro da cucina, la temperatura dovrà arrivare ai 32°C), quindi versatela a filo sulla torta ormai fredda; livellate bene con una spatola o con il dorso di un coltello e riponete il dolce in frigo per circa 2 ore. Togliete la torta dal frigo circa 20 minuti prima di servirla.

Carla Marchetti

I consigli di Carla

 Per sciogliere il cioccolato a bagnomaria, se è a blocchi grandi dovrete prima tagliarlo a pezzi piccoli, così da non doverlo scaldare troppo a lungo. Se lo possedete sarebbe meglio usare un polsonetto: una pentolina con fondo semisferico leggermente bombato, manico lungo e un gancio che permette di essere appoggiato su un’altra pentola un po’ più grande. Il suo fondo senza spigoli facilita il montaggio perfetto di diversi composti delicati e di scaldarli in modo uniforme. Se non lo avete a disposizione, utilizzate una pentolina con due manici, che appoggerete su un’altra pentola appena più grande, dove avrete messo a scaldare due dita di acqua. Il fondo del pentolino piccolo non deve toccare l’acqua, ma si scalderà a contatto del vapore. Tenete sotto controllo il cioccolato e mescolatelo se possibile con una spatola in silicone. Appena vedete che il cioccolato si è sciolto, spegnete il fuoco e togliete il pentolino. Non deve entrare alcuna goccia d’acqua nel cioccolato fuso, che altrimenti cristallizza e non si può più utilizzare per la ricetta. Nel caso succedesse, provate a recuperarlo, aggiungendo un cucchiaio di panna o di olio di semi ogni 200 g circa di cioccolato, alla stessa temperatura e mescolando velocemente, ma il risultato non è garantito. Se poi nella lavorazione il cioccolato si dovesse solidificare, basta rimettere il contenitore per poco nella pentola con l’acqua e scaldare leggermente finché si scioglie di nuovo.

Video di ricetta correlata

Stampa
la ricetta
Scarica la
versione PDF
Iscriviti
a Ricetta Mail
Aggiungi al
tuo ricettario
Facebook Twitter Pinterest Email

14 Recensioni

  1. SUPER BUONA

  2. Un piatto davvero appetitoso. Grazie, ricette sempre appetitose senza essere "impossibili". Quello che cerco.

  3. Altri Commenti

Scrivi una recensione

Esegui il login per inserire un commento