Bucatini alle triglie senza glutine

Bucatini alle triglie senza glutine
  • porzioni
    RICALCOLA GLI INGREDIENTI IN BASE AL NUMERO DEI COMPONENTI DEL TUO NUCLEO FAMILIARE
  • Difficoltà

  • Costo

  • Tempo di preparazione

    15 min

  • Tempo di cottura

    10 min

  • Calorie a porzione

    680 Kcal

  • Note


5 stelle in base a 3 recensioni

I Bucatini alle triglie senza glutine sono un primo piatto con sugo di pesce davvero sfizioso e saporito, che verrà apprezzato da tutti i vostri amici amanti del pesce. Si tratta di una ricetta tipica della cucina mediterranea, piuttosto veloce ... 

ingredientiINGREDIENTI
  • 360 g di Bucatini senza glutine
  • 600 g di Triglie medie
  • 100 g di Olive nere denocciolate
  • 2 Scalogni
  • 10 cl di Vino bianco
  • Timo
  • 2 cucchiai di Olio extravergine di oliva (per appassire)
  • 2 cucchiai di Olio extravergine di oliva (per condire)
  • Sale
Preparazione

● Private le triglie delle interiora, della testa e delle squame, apritele a libro, eliminate la lisca e lavatele delicatamente sotto l’acqua corrente, togliendo eventuali spine rimaste; infine tagliatele a pezzetti.

● Tagliate a rondelle le olive e tritate finemente gli scalogni.

● Fate appassire gli scalogni in una padella capiente con un filo d’olio, a fuoco basso e per 3-4 minuti, poi unite le olive. Aggiungete i pezzetti di triglia e lasciate cuocere per 1 minuto, poi insaporite con un po' di timo, un pizzico di sale e sfumate con il vino; fate evaporare il liquido a fiamma vivace, quindi continuate la cottura per altri 2-3 minuti.

● Lessate la pasta in abbondante acqua salata, prelevate un mestolo di acqua di cottura e versatelo nella padella con il condimento. 

● Scolate la pasta al dente, versatela nella padella con gli altri ingredienti e fatela saltare a fiamma vivace per alcuni istanti. Condite con un filo d’olio a crudo prima di servire. 

Emilia Daniele

I consigli di Emilia

● Le triglie sono delicate, mentre si puliscono vanno maneggiate con cura per non romperle. Hanno molte lische, che, dopo aver tolto la testa, la lisca centrale e la coda, vanno tolte dalla polpa con la pinzetta da cucina. Richiedono molta pazienza, ma sono a tal punto straordinarie di sapore da valerne la pena.

Video di ricetta correlata

Stampa
la ricetta
Scarica la
versione PDF
Iscriviti
a Ricetta Mail
Aggiungi al
tuo ricettario
Facebook Twitter Pinterest Email

3 Recensioni

  1. bonooooo

Scrivi una recensione

Esegui il login per inserire un commento