Ravioli di barbabietole e patate

Ravioli di barbabietole e patate
  • porzioni
    RICALCOLA GLI INGREDIENTI IN BASE AL NUMERO DEI COMPONENTI DEL TUO NUCLEO FAMILIARE
  • Difficoltà

  • Costo

  • Tempo di preparazione

    35 min

  • Tempo di cottura

    40 min

  • Calorie a porzione

    650 Kcal

  • Note

    30 minuti di riposo


4,8 stelle in base a 4 recensioni

I Ravioli di barbabietole e patate sono un primo piatto sfizioso e gustoso, ideale da proporre nel menu abbinato a un antipasto light, che contenga pochi grassi e calorie e un contorno di verdure facile e veloce. Questo primo accontenta bambini e adulti ed ... 

ingredientiINGREDIENTI
  • Per la pasta
  • 100 g di Farina 0
  • 100 g di Farina di semola di grano duro
  • 2 Uova
  • Sale
  • Per il ripieno
  • 300 g di Barbabietole rosse gią cotte
  • 300 g di Patate
  • 1 Scalogno
  • 60 g di Parmigiano grattugiato
  • 10 cl di Vino bianco secco
  • 1 ciuffetto di Erba cipollina
  • 2 rametti di Timo fresco
  • Noce moscata
  • 2 cucchiai di Olio extravergine di oliva
  • Sale
  • Pepe
  • Per il condimento
  • 8 foglie di Salvia fresca
  • 100 g di Burro
  • Sale
  • Pepe
Preparazione

• Lavate le patate e cuocetele a vapore per circa 25 minuti (dal bollore dell'acqua): dovranno essere morbide ma non sfatte. Scolatele e fatele appena intiepidire.

• Nel frattempo preparate la sfoglia: setacciate le due farine, mescolatele, disponetele a fontana su una spianatoia e versatevi al centro le uova e un pizzico di sale. Iniziate a sbattere le uova con una forchetta e a mano a mano incorporate le farine, poco per volta.

• Quando le uova non riescono più a ‘prendere’ farina, proseguite a piene mani, lavorando bene l’impasto con il polso e infarinando ogni tanto la spianatoia per non farlo attaccare. Dovete ottenere una palla liscia ed elastica, che farete riposare 30 minuti coperta da un canovaccio o da pellicola alimentare.

• Frullate le barbabietole in un mixer e mettetele da parte.

• Mondate e lavate lo scalogno, tritatelo e fatelo appassire in una padella con un filo di olio, per 2-3 minuti a fiamma bassa. Sfumate con il vino e unite le barbabietole preparate; cuocete per qualche minuto, perché il composto si addensi un po’, quindi trasferitelo in una ciotola.

• Passate le patate cotte con lo schiacciapatate direttamente nella ciotola; unite il parmigiano, un pizzico di sale e pepe e mescolate bene.

• Stendete la pasta. Con una spatola piatta grattate bene il fondo della spianatoia in modo che non rimangano residui secchi di pasta. Dividete l’impasto in 2 parti, prendetene una e lasciate l’altra coperta con pellicola per non farla seccare; infarinate la spianatoia e iniziate a tirarla con il matterello fino a ottenere una sfoglia sottile, leggera e resistente. Adagiatela su un telo leggermente infarinato, copritela e tirate l’altra metà di impasto sulla spianatoia nuovamente infarinata.

• Distribuite sulla sfoglia cucchiaini di ripieno, distanziati fra loro circa 5 cm, e sovrapponete l’altra sfoglia; pigiate con le dita fra un rilievo di ripieno e l’altro, eliminando più possibile l’aria. Infine ritagliate i ravioli con una rotella dentata, oppure passando la lama di un coltello infarinata fra i rilievi di ripieno, così da ottenere dei ravioli quadrati. Controllate che bordi dei ravioli siano ben sigillati in modo che non perdano il ripieno in cottura.

• Preparate il condimento. Lavate e asciugate perfettamente le foglie di salvia e mettetele con il burro in una padella larga antiaderente. Salate leggermente, pepate e ponete su fuoco bassissimo per pochi minuti, perché si sprigioni tutto l’aroma dalle foglie; il burro non dovrà arrivare a temperatura troppo alta e dovrà rimanere chiaro.

• Lessate i ravioli in abbondante acqua bollente salata. Quando vengono a galla fateli cuocere per 3-4 minuti, poi scolateli con una schiumarola e adagiateli nella padella con il burro caldo. Girateli con delicatezza e serviteli subito.

Carla Marchetti

I consigli di Carla

• La farina di semola di grano duro è di gran lunga preferibile alla farina di grano tenero per preparare la pasta in casa: la sfoglia risulterà infatti più porosa e assorbirà meglio il condimento, senza tuttavia sfaldarsi.

• Per far sì che i ravioli si sigillino bene e non fuoriesca il ripieno durante la cottura, è fondamentale non dare alla sfoglia il tempo di asciugarsi: va riempita subito dopo averla stesa. Se tuttavia notate che si è seccata un pochino, bagnate la punta dell’indice d’acqua e passatelo sui bordi dei singoli ravioli, prima di sigillarli fra loro.

• Potete realizzare una maggiore quantità di ravioli, così quelli che avanzano li congelerete. Appoggiateli su vassoi non troppo grandi, in un solo strato, e metteteli nel freezer; quando sono congelati trasferiteli in sacchetti alimentari, così da averli già in porzioni. Basta toglierli dal freezer e tenerli a temperatura ambiente finché si saranno ammorbiditi, poi cuoceteli come suggerito nella ricetta.

• Arricchite il condimento dei vostri ravioli: per 4 persone scaldate insieme al burro 2 cucchiai rasi di semi di papavero e, prima di servirli, spolverizzateli con 40 g di parmigiano grattugiato.

Video di ricetta correlata

Stampa
la ricetta
Scarica la
versione PDF
Iscriviti
a Ricetta Mail
Aggiungi al
tuo ricettario
Facebook Twitter Pinterest Email

4 Recensioni

  1. siiiii

  2. BUONISSIMO

Scrivi una recensione

Esegui il login per inserire un commento