Spaghetti allo scoglio in bianco

Spaghetti allo scoglio in bianco
  • porzioni
    RICALCOLA GLI INGREDIENTI IN BASE AL NUMERO DEI COMPONENTI DEL TUO NUCLEO FAMILIARE
  • Difficoltà

  • Costo

  • Tempo di preparazione

    20 min

  • Tempo di cottura

    30 min

  • Calorie a porzione

    560 Kcal

  • Note


5 stelle in base a 5 recensioni

Gli Spaghetti allo scoglio in bianco sono un primo piatto davvero sfizioso e saporito, che verrà apprezzato da tutti i vostri amici amanti del pesce. Si tratta di una ricetta tipica della cucina mediterranea, piuttosto semplice e veloce da prepara... 

ingredientiINGREDIENTI
  • 320 g di Spaghetti
  • 600 g di Cozze
  • 400 g di Calamaretti
  • 200 g di Gamberetti
  • 2 spicchi di Aglio
  • 10 cl di Vino bianco secco
  • Origano secco
  • 1 ciuffetto di Prezzemolo
  • 2 cucchiai di Olio extravergine di oliva
  • Sale
  • Pepe in grani
Preparazione

• Lavate e sgusciate i gamberetti.

• Pulite le cozze: strappate il filamento (bisso) che fuoriesce dalle valve e raschiate i gusci con un coltello; sciacquatele con cura sotto l’acqua corrente. 

• Trasferite le cozze in un tegame con metà dose di aglio, incoperchiate e fatele dischiudere a fiamma vivace, togliendole via via che si aprono; quindi sgusciatele e filtrate il fondo di cottura con un colino. 

• Lavate bene i calamaretti sotto l’acqua corrente, mondando l’interno e ponendo attenzione a eliminare eventuali residui di sabbia dai tentacoli. Infine tagliate quelli più grandi a pezzetti.

• In una padella con un fondo di olio fate rosolare i calamaretti per  2-3 minuti, poi sfumate con metà dose di vino. Toglieteli dalla padella e teneteli in caldo.

• Tritate l’aglio rimasto con abbondante prezzemolo e fate soffriggere il trito nella stessa padella usata per i calamaretti, per 1-2 minuti a fiamma moderata. Unite i gamberetti e cuocete per circa 1 minuto a fiamma vivace, poi sfumate col vino avanzato.

• Aggiungete le cozze e i calamaretti e un po’ dell’acqua delle cozze; condite con un pizzico di origano secco, spolverate con pepe, aggiustate di sale, se necessario, e fate insaporire per qualche secondo a fiamma vivace. Spegnete e tenete in caldo.

• Ponete il resto dell’acqua delle cozze in una pentola alta, aggiungete abbondante acqua e mettetela al fuoco. Quando bolle, controllatene la sapidità, nel caso salatela leggermente e poi calate gli spaghetti.

• Poco prima di scolare la pasta al dente, rimettete il sugo sul fuoco. Trasferite gli spaghetti nel sugo, se necessario aggiungete un po’ del liquido dei molluschi, mescolate su fiamma vivace qualche secondo, guarnite con foglie di basilico e servite.

Carla Marchetti

I consigli di Carla

• Quando si preparano dei sughi a base di cozze fresche, la pulitura dei gusci è fondamentale; l’operazione non è difficile, solo un po’ lunga. Preparate l’occorrente vicino al lavello della cucina: una paglietta da cucina di acciaio (non insaponata), un coltello con lama liscia, le cozze. Scartate le cozze aperte, che sono morte. Lavate quelle ben chiuse, sotto acqua corrente, poi mettetele a bagno. Levate il “bisso” che esce dalla conchiglia, un filamento non commestibile; basta tirarlo con un movimento deciso nel senso della fessura tra i due gusci e verrà via. Pulite la superficie del guscio usando la paglietta; se ci sono incrostazioni, toglietelo con il coltello, facendo ben attenzione. Sciacquatele e sono pronte per essere cucinate.

• Pulire i gamberi è un’operazione piuttosto semplice. Prima di tutto togliete la testa, facendo attenzione a non staccare parte della polpa. Partendo dall’attaccatura delle zampe levate il guscio, dalla parte più spessa alla coda: verranno via anche le zampe. Incidete sul dorso per scoprire il piccolo budello nero, l’intestino, che potrebbe dare un sapore non gradevole al piatto finito. Quando ai gamberi saranno puliti, dovete conservarli in frigorifero finché non li utilizzate. Potete surgelarli, ma solo se solo freschi; durano al massimo 3 mesi.

• Dopo aver sgusciato i gamberi, non gettate via le teste e i gusci, che sono saporitissimi; vi serviranno per preparare il “fumetto” di gamberi, (da usare per un sugo saporito o per tirare su un risotto) che è facilissimo da preparare e darà quel tocco in più ai vostri piatti. Per 4 persone bastano gli scarti di 300 g circa di gamberi, 2 pomodorini, 2 cucchiai di vino bianco secco,  mezza cipolla piccola, 2 cucchiai di olio extravergine, un po' di prezzemolo, 200 ml di acqua. Quando li sgusciate, tenete i gamberi sopra un piatto, così raccoglierete anche gli eventuali succhi che ne fuoriescono. In un tegame fate rosolare nell’olio la cipolla e i pomodorini affettati finemente, per un paio di minuti a fuoco vivace, poi aggiungete del prezzemolo spezzettato. Unite quindi tutti gli scarti dei gamberi e i liquidi ricavati, fateli rosolare per un paio di minuti, girandoli spesso e schiacciandoli con un mestolo per far uscire bene i succhi. Sfumate con il vino e poi versate l’acqua calda, in modo da coprire tutto. Mettete il coperchio e fate bollire piano per un’ora circa, finché il brodo sarà denso e ben colorito, ma sempre abbastanza acquoso. Quando è pronto, filtratelo con un setaccio a maglie molto fini, schiacciando sempre bene i gusci per estrarne i succhi. Potete conservare il fumetto ottenuto in frigo per 1 giorno e mantenerlo in freezer fino a 3 mesi, surgelandolo in piccole porzioni, così da utilizzarlo anche in più volte.

Video di ricetta correlata

Stampa
la ricetta
Scarica la
versione PDF
Iscriviti
a Ricetta Mail
Aggiungi al
tuo ricettario
Facebook Twitter Pinterest Email

5 Recensioni

  1. Davvero goloso. Consiglio :)))))

  2. ottimo

  3. Altri Commenti

Scrivi una recensione

Esegui il login per inserire un commento