Risotto agli asparagi

Risotto agli asparagi
  • porzioni
    RICALCOLA GLI INGREDIENTI IN BASE AL NUMERO DEI COMPONENTI DEL TUO NUCLEO FAMILIARE
  • Difficoltà

  • Costo

  • Tempo di preparazione

    15 min

  • Tempo di cottura

    30 min

  • Calorie a porzione

    600 Kcal

  • Note


5 stelle in base a 4 recensioni

Il Risotto delicato agli asparagi è un primo piatto sfizioso e profumato, con i suoi profumi che invitano alla prima forchettata, quando è ancora caldissimo, ben mantecato e cremoso! E’ una ricetta di primo piatto di grande effetto pur n... 

ingredientiINGREDIENTI
  • 360 g di Riso Arborio
  • 400 g di Asparagi
  • 1 Cipolla
  • 1 l di Brodo vegetale
  • 10 cl di Vino bianco secco
  • 60 g di Parmigiano grattugiato
  • 1 noce di Burro
  • 2 cucchiai di Olio extravergine di oliva (per saltare)
  • Sale
  • Pepe
Preparazione

● Mondate gli asparagi eliminando la parte bianca e più dura dei gambi, tagliate le punte, mettetele da parte, e affettate i gambi a rondelle di circa 3 mm. 

● Fate saltare gli asparagi con un filo d'olio, lasciateli insaporire per 2-3 minuti a fiamma vivace, quindi aggiungete poco brodo, un pizzico di sale e cuocete a fiamma bassa. Quando cominciano a intenerirsi, togliete le punte cotte e tenetele da parte.

● Scaldate un filo d’olio in una casseruola, versatevi la cipolla affettata al velo e rosolatela per 3 minuti. 

● Versate il riso e tostatelo per 1 minuto mescolando in continuazione, poi sfumate con il vino, lasciatelo evaporare e portate a cottura il risotto per circa 10 minuti unendo un mestolo di brodo caldo alla volta.

● Aggiungete le rondelle degli asparagi e proseguite la cottura per altri 5 minuti.

● A cottura ultimata togliete dal fuoco, aggiungete le punte degli asparagi, il burro e il parmigiano; lasciate insaporire, pepate e servite ben caldo. 

Lia Pisano

I consigli di Lia

● Per arricchire questo risotto ma lasciargli un sapore delicato, aggiungete agli asparagi del porro tagliato a rondelle, ma solo la parte bianca, e fatelo cuocere insieme al riso, come nella ricetta. La parte verde del porro non gettatela: cuocetela, insieme ad altre verdure a piacere, poi frullatela per ottenere una vellutata da proporre come cena leggera.

● Se volete dare un gusto aromatico aggiungete, a fine cottura, il succo e la scorza grattugiata di un limone biologico; unite anche qualche foglia di basilico spezzettata e mescolate bene per amalgamare i sapori. In questo caso però non aggiungete il burro.

Video di ricetta correlata

Stampa
la ricetta
Scarica la
versione PDF
Iscriviti
a Ricetta Mail
Aggiungi al
tuo ricettario
Facebook Twitter Pinterest Email

4 Recensioni

  1. un classico sempre appetitoso

  2. molto saporito

  3. Altri Commenti

Scrivi una recensione

Esegui il login per inserire un commento