Risotto ai gamberi imperiali

Risotto ai gamberi imperiali
  • porzioni
    RICALCOLA GLI INGREDIENTI IN BASE AL NUMERO DEI COMPONENTI DEL TUO NUCLEO FAMILIARE
  • Difficoltà

  • Costo

  • Tempo di preparazione

    20 min

  • Tempo di cottura

    25 min

  • Calorie a porzione

    680 Kcal

  • Note


5 stelle in base a 3 recensioni

Il Risotto ai gamberi imperiali è un primo piatto sfizioso e saporito, con i suoi profumi che invitano alla prima forchettata, quando è ancora caldissimo! Si tratta di una ricetta di grande effetto pur nella sua relativa semplicità e ve... 

ingredientiINGREDIENTI
  • 360 g di Riso Arborio
  • 500 g di Gamberi imperiali
  • 1 Cipolla
  • 200 g di Passata di pomodoro
  • 800 ml di Brodo vegetale
  • 10 cl di Vino bianco secco
  • 1 rametto di Rosmarino fresco
  • Peperoncino in polvere
  • 1 noce di Burro
  • 2 cucchiai di Olio extravergine di oliva (per appassire)
  • 2 cucchiai di Olio extravergine di oliva (per tostare)
  • Olio extravergine di oliva (per condire)
  • Sale
Preparazione

• Ponete il brodo sul fuoco, portatelo a leggero bollore, mantenendolo così per tutta la durata della ricetta.

• Lavate e sgusciate i gamberi, lasciandone 2-3 a persona non sgusciati.

• Scaldate un filo di olio in una padella capiente tipo saltapasta, aggiungete tutti i gamberi e lasciateli saltare per un paio di minuti a fiamma vivace, scuotendo spesso la padella. Spegnete, toglieteli tutti con la schiumarola e tritate grossolanamente i gamberi sgusciati; metteteli da parte, separati da quelli interi.

• Sbucciate e tritate finemente la cipolla e l’aglio, poneteli nella stessa padella e fateli appassire per 4-5 minuti a fuoco basso, mescolando sempre.

• Aggiungete un filo di olio nella padella e alzate un po’ la fiamma; versate il riso e fatelo tostare per 2-3 minuti a fuoco vivace, mescolando di continuo per evitare che si attacchi al fondo della padella.

• Sfumate con il vino e poi abbassate il fuoco. Versate la salsa di pomodoro e fatela assorbire, unite un pizzico di peperoncino, il rosmarino intero e continuate a cuocere il risotto, unendo il brodo bollente, un mestolo alla volta: a fine cottura dovrà rimanere piuttosto cremoso.

• Dopo circa 15 minuti aggiungete i gamberi tritati e fate insaporire per 1 altro minuto circa; alla fine eliminate il rosmarino e regolate di sale.

• Togliete il riso dal fuoco, aggiungete il burro e lasciate mantecare per 1-2 minuti. Appoggiate un coppapasta (appena unto all’interno) sul piatto di ogni commensale e riempitelo con il risotto, schiacciandolo leggermente; aspettate qualche secondo e togliete il coppapasta.

• Decorate con i gamberi lasciati interi (che avrete scaldato per qualche secondo sul fuoco, in una padellina) e servite immediatamente.

Carla Marchetti

I consigli di Carla

• Se volete ottenere un gusto davvero speciale al vostro risotto, dopo aver sgusciato i gamberi, non gettate via le teste e i gusci, che sono saporitissimi. Sostituite una parte del brodo occorrente con il ‘fumetto’ di gamberi, che è facilissimo da preparare, e darà quel tocco in più al vostro piatto. Per 4 persone bastano gli scarti di 300 g circa di gamberi, 2 pomodorini, 2 cucchiai di vino bianco secco,  mezza cipolla piccola, 2 cucchiai di olio extravergine, un po' di prezzemolo, 200 ml di acqua. Quando li sgusciate, tenete i gamberi sopra un piatto, così raccoglierete anche gli eventuali succhi che ne fuoriescono. In un tegame fate rosolare nell’olio la cipolla e i pomodorini affettati finemente, per un paio di minuti a fuoco vivace, poi aggiungete del prezzemolo spezzettato. Unite quindi tutti gli scarti dei gamberi e i liquidi ricavati, fateli rosolare per un paio di minuti, girandoli spesso e schiacciandoli con un mestolo per far uscire bene i succhi. Sfumate con il vino e poi versate l’acqua calda, in modo da coprire tutto. Mettete il coperchio e fate bollire piano per un’ora circa, finché il brodo sarà denso e ben colorito, ma sempre abbastanza acquoso. Quando è pronto, filtratelo con un setaccio a maglie molto fini, schiacciando sempre bene i gusci per estrarne i succhi. Potete farne di più e conservare il fumetto ottenuto in frigo per 1 giorno; oppure mantenerlo in freezer fino a 3 mesi, surgelandolo in piccole porzioni, così da utilizzarlo anche in più volte.

Video di ricetta correlata

Stampa
la ricetta
Scarica la
versione PDF
Iscriviti
a Ricetta Mail
Aggiungi al
tuo ricettario
Facebook Twitter Pinterest Email

3 Recensioni

  1. OTTIMO

  2. belloe buono

  3. Altri Commenti

Scrivi una recensione

Esegui il login per inserire un commento