Risotto di mare

Risotto di mare
  • porzioni
    RICALCOLA GLI INGREDIENTI IN BASE AL NUMERO DEI COMPONENTI DEL TUO NUCLEO FAMILIARE
  • Difficoltà

  • Costo

  • Tempo di preparazione

    25 min

  • Tempo di cottura

    1 H

  • Calorie a porzione

    740 Kcal

  • Note

    2 ore di spurgo delle vongole


5 stelle in base a 2 recensioni

Il Risotto di mare è un primo piatto sfizioso e gustoso, con i suoi profumi che invitano alla prima forchettata, quando è ancora caldissimo! E’ una ricetta di primo piatto di grande effetto pur nella sua relativa semplicità e velo... 

ingredientiINGREDIENTI
  • 320 g di Riso Carnaroli
  • 400 g di Vongole
  • 600 g di Cozze
  • 200 g di Gamberetti
  • 200 g di Seppioline gią pulite
  • 1 spicchio di Aglio
  • 1 Cipolla
  • 1 gambo di Sedano
  • 1 Carota
  • 2 Pomodorini rossi
  • 10 cl di Vino bianco secco
  • 1 l di Acqua
  • 1 pizzico di Peperoncino
  • 1 ciuffetto di Prezzemolo
  • 2 cucchiai di Olio extravergine di oliva (per appassire)
  • 2 cucchiai di Olio extravergine di oliva (per soffriggere)
  • 2 cucchiai di Olio extravergine di oliva (per saltare)
  • Sale
Preparazione

• Sciacquate le vongole e mettetele a bagno in acqua leggermente salata per almeno 2 ore, in modo da eliminare la sabbia presente all’interno.

• Togliete la testa e il guscio ai gamberetti e teneteli da parte; praticate un taglio superficiale sul dorso e, usando uno stecchino, eliminate il filamento nero che è leggermente amarognolo. Lavate le seppioline, tagliatele ad anelli e mettetele da parte insieme ai gamberetti.

• Preparate il brodo di gamberi. Tritate grossolanamente la cipolla, il sedano e la carota. Scaldate l’olio in una pentola e fatevi appassire il trito, a fiamma bassa, per 3-4 minuti. Unite le teste e i gusci dei gamberetti e fateli insaporire per 4-5 minuti a fiamma bassa, schiacciandoli bene con un mestolo così insaporiranno l'olio.

• Sfumate con metà dose di vino, aggiungete i pomodorini tagliati a pezzetti, versate l’acqua prevista, salate leggermente e fate bollire per circa mezzora a fuoco moderato con il coperchio. A fine cottura filtrate il liquido ottenuto con un colino a maglie fitte schiacciando bene i gusci con un cucchiaio, direttamente in un’altra pentola, che rimetterete sul fuoco.

• Nel frattempo lavate perfettamente le cozze, trasferitele in un tegame con il coperchio e lasciatele aprire a fuoco vivace, togliendole via via. Quando si sono appena intiepidite sgusciatene la metà.

• Scolate le vongole e sciacquatele, quindi ponetele nel tegame che avete usato per le cozze e fatele aprire, sempre con il coperchio e a fiamma vivace, togliendole quando si aprono; quindi sgusciatene la metà. Alla fine filtrate il liquido di cottura e aggiungetelo al brodo di gamberi preparato.

• In una padella capiente, tipo saltapasta, fate soffriggere con un filo d'olio l’aglio schiacciato, per 1 minuto circa e a fuoco basso. Aggiungete il riso, fatelo tostare e poi sfumate con il vino che resta. Aggiungete il brodo bollente preparato, un mestolo alla volta, cuocendolo per 16-18 minuti; se il brodo finisse aggiungete acqua bollente.

• Qualche minuto prima che il riso sia cotto, fate scaldare in una padella capiente un filo di olio, unite le seppioline e i gamberetti preparati, fateli saltare per 2-3 minuti, salate e spolverizzate con il peperoncino; aggiungete cozze e vongole, il prezzemolo tritato e mandate ancora per 1 minuto.

• Versate il contenuto della padella nel risotto, regolate di sale e mescolate delicatamente per qualche secondo. Servite subito.

Carla Marchetti

I consigli di Carla

• Se fate aprire le cozze in anticipo, le potete conservare in frigorifero, ma solo per 24 ore, insieme al liquido (filtrato) emesso in cottura. La pulitura dei gusci è fondamentale; l’operazione non è difficile, solo un po’ lunga. Preparate l’occorrente vicino al lavello della cucina: una paglietta da cucina di acciaio (non insaponata), un coltello con lama liscia, le cozze. Scartate le cozze aperte, che sono morte. Lavate quelle ben chiuse, sotto acqua corrente, poi mettetele a bagno. Levate il “bisso” che esce dalla conchiglia, un filamento non commestibile; basta tirarlo con un movimento deciso nel senso della fessura tra i due gusci e verrà via. Pulite la superficie del guscio usando la paglietta; se ci sono incrostazioni, toglietelo con il coltello, facendo ben attenzione. Sciacquatele e sono pronte per essere cucinate. 

Video di ricetta correlata

Stampa
la ricetta
Scarica la
versione PDF
Iscriviti
a Ricetta Mail
Aggiungi al
tuo ricettario
Facebook Twitter Pinterest Email

2 Recensioni

  1. una vera delizia

  2. buonissimo!!!!

Scrivi una recensione

Esegui il login per inserire un commento