Zuppa di mare senza spine

Zuppa di mare senza spine
  • porzioni
    RICALCOLA GLI INGREDIENTI IN BASE AL NUMERO DEI COMPONENTI DEL TUO NUCLEO FAMILIARE
  • Difficoltà

  • Costo

  • Tempo di preparazione

    45 min

  • Tempo di cottura

    45 min

  • Calorie a porzione

    690 Kcal

  • Note

    2 ore di spurgo


5 stelle in base a 3 recensioni

Portate in tavola tutto il gusto e il sapore del mare con la Zuppa di mare senza spine, una sfiziosa ricetta da proporre in tutte le occasioni, nel menu settimanale per tutta la famiglia come nelle cene più raffinate, e le occasioni un po' speciali. ... 

ingredientiINGREDIENTI
  • 500 g di Vongole
  • 500 g di Cozze
  • 400 g di filetti di Cernia
  • 200 g di Moscardini gią puliti
  • 200 g di Gamberetti
  • 2 Carote
  • 1 Cipolla
  • 1 costa di Sedano
  • 2 spicchi di Aglio
  • 300 g di Pomodori pelati
  • 600 ml di Brodo di pesce
  • 10 cl di Vino bianco secco
  • Timo fresco
  • 4 fette di Pane casereccio
  • 2 cucchiai di Olio extravergine di oliva (per rosolare)
  • 2 cucchiai di Olio extravergine di oliva (per appassire)
  • Sale
  • Pepe
Preparazione

• Lavate le vongole e lasciatele spurgare in abbondante acqua appena salata per circa 2 ore; poi scolatele e sciacquatele perfettamente.

• Pulite le cozze, lavatele e fatele aprire in un tegame capiente, a fuoco moderato con l’aglio schiacciato e incoperchiate; via via che si aprono trasferitele in una ciotola. Filtrate l'acqua che avranno prodotto e conservatela.

• Trasferite le vongole nello stesso tegame e fatele aprire, togliendole via via.  Mettetele da parte, poi filtrate anche la loro acqua e aggiungetela a quella della cozze.

• Sgusciate cozze e vongole e mettetele da parte.

• Lavate delicatamente i filetti di cernia e tagliateli a pezzi.

• Nel tegame dove avete fatto aprire i molluschi, versate un filo di olio e rosolate la cernia a fiamma vivace 2 minuti circa per lato. Salate e sfumate con il vino, poi togliete i filetti e metteteli da parte.

• Aggiungete un altro po’ di olio nel tegame e fatevi appassire la cipolla, il sedano e l’aglio tritati finemente, per 4-5 minuti circa a fuoco basso. Unite le carote tagliate a tocchetti, fatele insaporire per 2 minuti circa e poi aggiungete i pelati, tagliati a pezzetti.

• Versate il brodo e il liquido prodotto dai molluschi, poi insaporite con un pizzico di pepe e del timo fresco. Portate a ebollizione e lasciate cuocere il brodo per circa 15 minuti a fiamma moderata; alla fine regolate di sale, ma solo se necessario.

• Intanto lavate i moscardini e i gamberetti; togliete la testa a questi ultimi e tagliate i moscardini più grandi a pezzetti.

• Trascorso il tempo previsto, mettete nel brodo i moscardini e i gamberetti. Riportate a bollore e dopo circa 2 minuti aggiungete la cernia, lasciandola sobbollire per 3-4 minuti. Unite le vongole e le cozze e fate insaporire per circa 1 minuto.

• Servite subito la vostra zuppa con fette di pane casereccio arrostito in forno.

Carla Marchetti

I consigli di Carla

• Per pulire le cozze, prima di tutto scartate quelle aperte, che sono morte. Lavate con cura quelle ben chiuse, sotto l'acqua corrente. Levate il "bisso", quel filamento scuro che esce dalla conchiglia, che non è commestibile; basta tirarlo con un movimento deciso seguendo il profilo della conchiglia e verrà via. Pulite la superficie del guscio usando una paglietta da cucina in acciaio o una spazzola dura di saggina. Per incrostazioni molto resistenti potete aiutarvi con un coltellino affilato facendo attenzione a non farvi male. Sciacquate nuovamente le cozze e sono pronte per essere cucinate.

• Se avete la possibilità di procurarvi degli scarti di pesce (lische, teste, ecc.) potete preparare un ottimo brodo con 1 carota, 1 gambo di sedano, 1 cipolla, un ciuffo di prezzemolo e sale. Sciacquate gli scarti del pesce; pulite e tagliate grossolanamente la carota, il gambo di sedano e la cipolla. Mettete tutti gli ingredienti preparati in una pentola con 1 litro e mezzo di acqua e fate cuocere per un'ora circa a fuoco lento, aggiustando di sale. Prima di utilizzarlo nella vostra ricetta filtratelo con un colino.

• Potete servire la zuppa sia calda che tiepida; è ottima preparata il giorno prima di consumarla, così che che i sapori si possano ben amalgamare fra loro.

Video di ricetta correlata

Stampa
la ricetta
Scarica la
versione PDF
Iscriviti
a Ricetta Mail
Aggiungi al
tuo ricettario
Facebook Twitter Pinterest Email

3 Recensioni

  1. Mamma mia che buona

  2. Buono, provato proprio domenica. Sempre precise le indicazioni per la realizzazioni. Non sono le solite ricettine... Grazie 1000

Scrivi una recensione

Esegui il login per inserire un commento