Tacchino ripieno all'americana

Tacchino ripieno all'americana
  • tacchino da 8 porzioni
    RICALCOLA GLI INGREDIENTI IN BASE AL NUMERO DEI COMPONENTI DEL TUO NUCLEO FAMILIARE
  • Difficoltà

  • Costo

  • Tempo di preparazione

    40 min

  • Tempo di cottura

    3 H 30 min

  • Calorie a porzione

    850 Kcal

  • Note

    30 minuti di marinatura + 30 minuti di riposo


4,9 stelle in base a 14 recensioni

Ecco la ricetta che renderà la vostra tavola delle feste natalizie davvero invitante. Questa ricetta, gustosa e piuttosto elaborata, stupirà i vostri commensali e accontenterà il palato di grandi e piccini. Il Tacchino ripieno all&rsquo... 

ingredientiINGREDIENTI
  • 1 Tacchino da circa 5 kg già preparato dal macellaio per la farcitura
  • 120 g di Salsicce
  • 120 g di Macinato di vitello
  • 250 g di Castagne precotte sottovuoto
  • 2 Mele
  • 100 g di Prugne secche denocciolate
  • 2 Cipolle
  • 1 spicchio di Aglio
  • 30 g di Parmigiano grattugiato
  • 3 fette di Pancarré
  • 2 cl di Vino bianco secco
  • 2 foglie di Alloro
  • Salvia fresca
  • Rosmarino fresco
  • 6 cucchiai di Olio extravergine di oliva
  • Sale e Pepe in grani
Preparazione

● Sbucciate le mele e tagliatele a dadini; spezzettate anche le prugne e lasciate macerare mele e prugne per 30 minuti nel vino, insieme a qualche grano di pepe e alle foglie di alloro.

● Nel frattempo, pulite e lavate bene il tacchino, poi asciugatelo accuratamente.

● Fate appassire le cipolle tritate in una padella con metà dell’olio, per 3-4 minuti a fuoco basso. Alzate un po' la fiamma e unite la salsiccia sbriciolata; quando sarà dorata, dopo circa 3 minuti, aggiungete le castagne spezzettate con le mani, le mele e le prugne scolate e fate insaporire per un paio di minuti.

● Spegnete il fuoco e aggiungete la carne macinata, il pancarré ammorbidito nell’acqua, strizzato e spezzettato, il parmigiano e un trito di salvia e rosmarino, quindi salate, pepate e mescolate bene.

● Ungete con un filo d’olio l’interno del tacchino e farcitelo con il ripieno senza pressarlo troppo, per evitare che la pelle si rompa in cottura. Ricucitelo, salatelo e sistemato in una pirofila con l'aglio, qualche foglia di salvia e un rametto di rosmarino. Spennellate la pelle con l’olio avanzato, ponete in forno già caldo a 200°C (funzione statica) per 30 minuti circa, girandolo in modo da farlo dorare bene.

● Abbassate la temperatura a 180°C e cuocetelo ancora per 2 ore e 40 minuti circa, bagnandolo spesso con la marinata. Se avete un termometro da cucina potete controllare la temperatura: mettete la punta all’interno della coscia del tacchino e, quando raggiunge i 75°C, significa che la carne è cotta. Altrimenti infilatevi uno stecchino lungo, se esce un liquido rosato prolungate la cottura, se invece è chiaro potete sfornarlo.

● Trasferite il tacchino ripieno cotto su un piatto da portata e copritelo con carta di alluminio, fatelo riposare per circa 30 minuti prima di servirlo, così i sapori saranno bene amalgamati e la carne risulterà più morbida e succulenta.

Carla Marchetti

I consigli di Carla

● Per rendere la ricetta ancora più buona, preparate una salsa di accompagnamento davvero squisita. Versate il fondo di cottura del tacchino in un recipiente, aspettate che la parte scura si depositi sul fondo e che quella grassa, più leggera, salga in superficie. Rimettete questo grasso nella teglia, che trasferirete sul fornello, e aggiungete 20 cl di vino bianco; fate bollire e intanto raschiate la teglia con un mestolo piatto di legno. Fate bollire per 3 minuti, poi unite il fondo scuro che avevate tenuto da parte, versate  poca acqua o brodo e fate cuocere qualche minuto in modo da ottenere una salsa leggermente addensata. Filtratela e servitela con il tacchino, che avrete tagliato a fette non troppo sottili.

• Non è difficile ricucire il tacchino dopo averlo farcito, basta seguire qualche semplice regola. Usate un ago a cruna grossa e dello spago da cucina; ricordatevi di cucire sia la carne che la pelle, in modo che quest’ultima non si strappi, fino a richiudere tutto perfettamente. Se notate dei tagli nella carne prima della farcitura, basta ricucirli tutti, nello stesso modo. Quando avete finito, ricoprite con la carta di alluminio le parti delle ossa che sporgono, in modo che non brucino in cottura.

Video di ricetta correlata

Stampa
la ricetta
Scarica la
versione PDF
Iscriviti
a Ricetta Mail
Aggiungi al
tuo ricettario
Facebook Twitter Pinterest Email

14 Recensioni

  1. DA PENSARCI PER TEMPO :D

  2. eh è buona anche se non è più natale

  3. Altri Commenti

Scrivi una recensione

Esegui il login per inserire un commento