Frittura di calamari

Frittura di calamari
  • porzioni
    RICALCOLA GLI INGREDIENTI IN BASE AL NUMERO DEI COMPONENTI DEL TUO NUCLEO FAMILIARE
  • Difficoltà

  • Costo

  • Tempo di preparazione

    10 min

  • Tempo di cottura

    10 min

  • Calorie a porzione

    360 Kcal

  • Note


4,5 stelle in base a 2 recensioni

Un peccato di gola a settimana leva il medico di torno perché fa tornare il sorriso e mette in circolo un po’ di serotonina! Con la ricetta della Frittura di calamari Spadellandia vi propone una tentazione irresistibile alla quale non riusciret... 

ingredientiINGREDIENTI
  • 1 Kg di Calamari gią puliti
  • 200 g di Semola di grano duro
  • 1 Limone
  • Olio di semi di mais spremuto a freddo
  • Sale
Preparazione

• Lavate i calamari, separate i tentacoli dalle sacche e tagliate queste ultime ad anelli di 1-1,5 cm di altezza, tagliate in due i tentacoli, ma solo se sono molto grandi; alla fine asciugate tutto con carta da cucina.

• Versate la semola su un vassoio, quindi infarinatevi i calamari in modo uniforme.

• In una padella capiente scaldate abbondante olio, quindi versatevi i calamari pochi per volta e fateli friggere a fuoco vivace, fino a quando saranno ben dorati.

• Scolateli con una schiumarola e adagiateli su carta assorbente, in modo da far asciugare l’olio in eccesso. Salate leggermente e serviteli ben caldi, accompagnati da spicchi di limone.

Lia Pisano

I consigli di Lia

• Se non trovate i calamari già puliti, potete farlo da voi; non è difficile, ci vogliono solo pazienza e attenzione. Per pulire un calamaro, mettetevi i guanti, lavatelo, staccate la testa coi tentacoli e mettetela da parte, poi togliete delicatamente dall’interno della sacca la penna di cartilagine trasparente. Levate con le dita le interiora dalla sacca; se c’è la vescica d’inchiostro e questo vi serve per la preparazione, fate uscire il liquido e conservatelo in una ciotola. Praticate una piccola incisione nella parte inferiore della sacca, prendete un lembo della pelle e tiratela via. Tagliate le pinne e mettetele da parte. Riprendete la testa e tagliate i tentacoli, levatene via il becco centrale dopo averli rovesciati con le dita, poi, se volete, togliete la pelle dei tentacoli strusciandoli con le dita. Sciacquate bene e tagliate il calamaro secondo il tipo di preparazione che volete seguire.

Video di ricetta correlata

Stampa
la ricetta
Scarica la
versione PDF
Iscriviti
a Ricetta Mail
Aggiungi al
tuo ricettario
Facebook Twitter Pinterest Email

2 Recensioni

  1. mmmmm

Scrivi una recensione

Esegui il login per inserire un commento