Orata gratinata alle mandorle

Orata gratinata alle mandorle
  • porzioni
    RICALCOLA GLI INGREDIENTI IN BASE AL NUMERO DEI COMPONENTI DEL TUO NUCLEO FAMILIARE
  • Difficoltà

  • Costo

  • Tempo di preparazione

    15 min

  • Tempo di cottura

    20 min

  • Calorie a porzione

    440 Kcal

  • Note


4,8 stelle in base a 6 recensioni

Noi di Spadellandia non vediamo l’ora di smentire il famoso detto che vede il pesce come alimento delicato da cuocere, difficile da comprare, facile da rovinare. E per convincere i più scettici e coloro che si spaventano facilmente di fronte a ... 

ingredientiINGREDIENTI
  • 4 Orate da 300 g
  • 60 g di Mandorle tritate
  • 40 g di Pangrattato
  • 1 Limone bio
  • 1 cl di Vino bianco secco
  • 2 spicchi di Aglio
  • 1 ciuffetto di Prezzemolo
  • 2 rametti di Timo fresco
  • 1 pizzico di Paprika dolce
  • 2 cucchiai di Olio extravergine di oliva
  • Sale
  • Pepe
Preparazione

• Squamate le orate, evisceratele e lavatele; quindi asciugatele con carta assorbente.

• Tritate con la mezzaluna metà dose di aglio e prezzemolo, il timo e poi trasferite il trito in una ciotola. Aggiungete il pangrattato, le mandorle tritate e l'olio, un pizzico di sale, la paprika e un po’ del vino previsto, sufficiente a ottenere un composto morbido; quindi mescolate.

• Salate e pepate leggermente il ventre dei pesci e farciteli con l’aglio e il prezzemolo rimasti, spezzettati in modo grossolano, e della scorza di limone a pezzetti.

• Appoggiate le orate su una teglia ricoperta di carta da forno, distribuitevi sopra in modo uniforme il composto preparato e premetelo in modo che rimanga attaccato.

• Versate sul fondo della teglia il vino avanzato, trasferitela in forno già caldo a 200°C (funzione statica) per circa 15-20 minuti, finché la superficie della panatura risulterà ben croccante e dorata, ma fate attenzione che non si scurisca troppo. 

• Sfornate le orate, spruzzatele con poco succo di limone e servitele immediatamente.

Carla Marchetti

I consigli di Carla

• Per essere sicuri di ottenere un pesce al forno cotto al punto giusto, con la carne morbida e succosa, basta poco: una misura e un'operazione aritmetica. Misurate lo spessore massimo del vostro pesce (in centimetri) e moltiplicate per 4. Il numero che otterrete è all’incirca il tempo, in minuti, che dovrete cuocerlo in forno già caldo a 200°C (funzione statica). Se i pesci da cuocere sono più di uno, fate in modo che abbiano più o meno lo stesso spessore, così che siano pronti tutti nello stesso momento. Potete adattare questo semplice sistema a pesci che non superino i 2 kg di peso; è consigliabile tagliare quelli più grandi a tranci di circa 2 cm di spessore e seguire poi il consiglio descritto.

Video di ricetta correlata

Stampa
la ricetta
Scarica la
versione PDF
Iscriviti
a Ricetta Mail
Aggiungi al
tuo ricettario
Facebook Twitter Pinterest Email

6 Recensioni

  1. SQUISITA!!!!

  2. MOLTO MOLTO BUONA

  3. Altri Commenti

Scrivi una recensione

Esegui il login per inserire un commento