Tonno alla messinese

Tonno alla messinese
  • porzioni
    RICALCOLA GLI INGREDIENTI IN BASE AL NUMERO DEI COMPONENTI DEL TUO NUCLEO FAMILIARE
  • Difficoltà

  • Costo

  • Tempo di preparazione

    5 min

  • Tempo di cottura

    10 min

  • Calorie a porzione

    440 Kcal

  • Note

    30 minuti ammollo


4,8 stelle in base a 13 recensioni

Portate in tavola tutto il gusto e il sapore del mare con il Tonno alla messinese, una sfiziosa ricetta di secondo di pesce diverso dal solito, da proporre in tutte le occasioni, nel menu settimanale per tutta la famiglia come nelle cene più raffinat... 

ingredientiINGREDIENTI
  • 600 g di Tonno fresco in tranci
  • 100 g di Olive taggiasche
  • 40 g di Capperi sotto sale
  • 40 g di Cucunci (frutti di cappero) in salamoia
  • 320 g di Pomodorini rossi
  • 1 spicchio di Aglio bio
  • 1 Limone bio
  • Prezzemolo fresco
  • 4 cucchiai di Olio extravergine di oliva
  • Sale
  • Pepe
Preparazione

• Lavate i capperi, metteteli in una ciotola con acqua e teneteli per circa mezzora, perché perdano buona parte del sale. Lavate i pomodorini e poi tagliateli a metà.

• Scaldate in una padella un fondo di olio, unite i tranci di tonno, fateli rosolare 2-3 minuti per lato a fiamma vivace, salatele e pepateli; toglieteli dalla padella e teneteli in caldo.

• Nella stessa padella fate soffriggere l’aglio schiacciato per 1 minuto circa, a fuoco moderato. Alzate la fiamma, unite i pomodorini e fateli saltare per 2-3 minuti; aggiungete i capperi (scolati e risciacquati), i frutti di cappero e le olive, salate, pepate e dopo 1 minuto circa spegnete. Versatevi del succo di limone e, se lo desiderate, anche un pizzico della sua scorza grattugiata.

• Rimettete il pesce nella padella, fatelo cuocere ancora per 2 minuti circa, girandolo perché si insaporisca bene. Cospargetelo di prezzemolo fresco tritato e servitelo subito.

Carla Marchetti

I consigli di Carla

 In questa ricetta il tonno può non raggiungere internamente i 60°C, temperatura a cui i parassiti (anisakis) eventualmente presenti, muoiono. Per evitare spiacevoli inconvenienti, quando comprate il pesce fresco da utilizzare crudo o poco cotto come in questa ricetta, bisognerebbe congelarlo prima per almeno 96 ore, in modo di avere la certezza di neutralizzare il parassita. Il pesce già eviscerato (come il salmone di allevamento) è comunque più sicuro.

Video di ricetta correlata

Stampa
la ricetta
Scarica la
versione PDF
Iscriviti
a Ricetta Mail
Aggiungi al
tuo ricettario
Facebook Twitter Pinterest Email

13 Recensioni

  1. meraviglioso. lo rifaccio spesso

  2. quello che cercavo

  3. Altri Commenti

Scrivi una recensione

Esegui il login per inserire un commento